RIQUALIFICAZIONE DI PIAZZA MATTARELLA

Parma, Italia
con
arch. F. Campidonico, arch A. Zampino, arch. J. Illlarcio
CONCORSO DI IDEE
ente banditore

comune di Parma
localizzazione
piazza Mattarella, Parma, Italia
importo opere
non determinato
cronologia
giugno 2009 consegna elaborati
luglio 2009 esito
progetto secondo classificato

La ridefinizione della piazza inizia dalle potenzialità d’uso dello spazio collettivo, trae sostanza dall’ambigua interpretazione del ruolo urbano: desolante piazza aperta del quartiere o spazio “senza nome” della corte residenziale? Nonostante il vuoto, resta intatta l’adeguatezza dello spazio alle grandi categorie d’uso: il riposo, il percorso, lo spettacolo, lo svago e resta la sua rispondenza alla psicologia sociale per quegli usi. Lo spazio del commercio organizzato e i luoghi per lo svago e le attività finalizzate tendono ed escludersi reciprocamente?… mutano la loro funzione per trasformarsi in “rifugio privato”? Lo spazio pubblico e lo spazio privato dovrebbero cercare un dialogo reciproco: sappiamo come questo risulti difficile nella città contemporanea. Non è più possibile poter pensare ad un’unica ipotesi morfologica della città, ma un sistema di unitarietà può essere ricercato nelle relazioni delle sue parti! Occorre infine riconoscere che lo spazio pubblico contiene un potenziale nascosto e difficile da prevedere, la logica lascia il posto all’intuizione, alla singola capacità di ascoltare e misurare lo scorrere della vita sociale.